I cuscini letto e guanciali

Ci sono solo due tipologie di cuscini: i cuscini per letto ed i cuscini per le altre situazioni.
Questo in teoria, in realtà però non è facile fare delle distinzioni.

I cuscini

Bisognerebbe fare una distinzione tra cuscini e guanciali. Si dovrebbe parlare,

  • di cuscino, relativamente a quello destinato ad essere posto (per esempio) sui divani o utilizzato come un ornamento,
  • di guanciale relativamente quello destinato ad appoggiarvi le guance, e quindi per dormirvici sopra;
  • tuttavia si tratta di una distinzione che solitamente nel linguaggio comune non si fa, e che anche noi non sempre faremo.

Comunque in realtà non è sempre facile fare delle distinzioni, soprattutto per il fatto ci sono cuscini,

  • che sono realizzati con forme diverse,
  • che sono fatti con materiali diversi (ad esempio in memory, in poliestere, in gel ed in lattice);
  • progettati per essere utili in situazioni e condizioni diverse: cuscini per la gravidanza, cuscini per l’allattamento, cuscini per la schiena, cuscini anti-decubito, e via dicendo.

Noi ci focalizzeremo su una tipologia di cuscini, quelli per dormire (i guanciali) per darvi tutte le informazioni necessarie per scegliere il migliore per le vostre particolari esigenze o preferenze.

I cuscini per dormire / guanciali

Questa nostra analisi si basa su quanto affermano gli operatori del settore circa l’importanza di dormire su di un cuscino che sia in grado di favorire il nostro sonno e di aiutarci a mantenere una corretta postura col maggior comfort possibile.

A questo scopo gli esperti in genere consigliano di utilizzare un cuscino «a doppia onda»: un cuscino sagomato in modo da accogliere i contorni naturali della testa e del collo.

Per questa sua qualità un cuscino a doppia onda ci da un maggior sostegno sotto il collo con una conseguente più confortevole posizione per la colonna cervicale (per questa ragione è chiamato anche cuscino per il collo).

Questa tipologia di cuscini di solito è fatta con gomma piuma, con memory foam, con gel o con lattice, oppure con una combinazione di questi elementi.

Molti medici qualificano questo cuscino come «ortopedico» o «cuscino cervicale», e lo consigliano a chi soffre di varie condizioni dolorose, tra cui la tensione ed il dolore legato alla mascella, il mal di testa, l’emicrania, l’insonnia, il dolore alla spalla, il russare, l’apnea del sonno e, appunto, il dolore cervicale.

E qui dobbiamo fermarci per fare due precisazioni.

Prima. Ovviamente voi potrete trovarvi bene – anche – con un cuscino classico, uno di quei cuscini senza la doppia onda.

Se vi trovate bene con «qualunque» tipo di cuscino, vuol dire che siete in buon stato di salute. Quindi non preoccupatevi!

Seconda. Il cuscino a doppia onda cuscino cervicale, può essere tranquillamente utilizzato per dormire sia sulla schiena, sia sul fianco, sia sulla pancia (anche se quest’ultima posizione non viene raccomandata dalla maggior parte dei medici).

Perciò non deve necessariamente utilizzato per dormire solo a pancia in su, come alcuni credono / dicono.

I cuscini per esigenze particolari o speciali

Come accennato sopra, esistono dei cuscini appositamente progettati per i casi speciali, e dei cuscini destinati ad esigenze particolari. Ad esempio,

Oltre che per la loro forma particolare, questi tipi di cuscini si differenziano di solito per i materiali che vengono impiegati, materiali spesso studiati per quegli specifici problemi.

I materiali con cui vengono imbottiti i cuscini

Di seguito illustriamo le principali caratteristiche dei cuscini, avendo riguardo ai materiali impiegati.

1- in poliestere

Il cuscino in poliestere è forse quello più diffuso in tutto il mondo.

Questo materiale, infatti, non è solo quello più economico, ma anche uno tra i più comodi: una combinazione (economicità-comodità) che lo rende in assoluto quello più venduto.

Il poliestere può essere mischiato a fibre naturali o sintetiche.

Tuttavia, quando il poliestere viene realizzato con prodotti chimici che non si conoscono, ci si dovrebbe informare bene riguardo ai potenziali rischi per la salute che sono associati ad essi.

Vantaggi. I principali vantaggi dei cuscini in poliestere sono due: il basso prezzo e la facilità nel tenerli puliti.

A parte ciò, il cuscino in poliestere è il cuscino ideale per chi dorme su di un lato o sulla schiena.

Anche chi dorme sulla pancia può trovarlo comodo, ma solo se è abbastanza morbido.

Svantaggi. Quanto agli svantaggi del loro impiego, è facile sentire lamentele sul fatto che dopo un certo periodo di utilizzo, non hanno più l’altezza di una volta.

Il riempimento infatti potrebbe richiedere un suo “aggiustamento”.

2- in piuma d’oca

I cuscini in piuma d’oca sono tra i cuscini più morbidi in circolazione.

Quelli di migliore qualità, contengono le piume d’oca ungherese anche nota come «oca bianca europea». Queste piume, sono di un colore bianco puro, e sono notevolmente grandi.

Spesso, un cuscino di piume viene riempito,

  • solo con la parte più soffice della piuma,
  • ma per ragioni economiche anche con tutta la piuma intera, anche con la sua parte dura.

In questi casi, bisogna stare attenti perché capita spesso che dal cuscino fuoriesca la parte finale, quella più dura della piuma, e questa potrebbe graffiarvi mentre dormite.

I cuscini in piume d’oca sono particolarmente longevi e possono durare anche 15 anni e più: mentre molti cuscini imbottiti di materiali sintetici già dopo 3 o 4 anni non sono più utilizzabili.

Se siete animalisti convinti, un cuscino in piuma potrebbe non essere l’ideale per appoggiare la vostra testa.

  • Se poi fate una ricerca sulle modalità con cui vengono raccolte le piume, è molto probabile che non vogliate neppure vederlo!
  • Le piume delle oche infatti, non vengono sempre raccolte dagli animali morti, ma anche da animali che sono ancora in vita.
  • A voi la scelta.

Pregi. Per concludere, il pregio principale di questi cuscini, è che sono morbidi e sono quindi malleabili e modellabili come più vi piace.

Limiti. Per contro, sono molto difficili da tenere puliti e potrebbero creare problemi di allergia.

Infine, potreste non condividere il modo in cui gli animali vengono trattati per prelevare la materia con cui sono realizzati, le piume.

3- in memory foam

Questa tipologia di cuscini viene realizzata con del poliuretano e con altri prodotti chimici, i quali -purtroppo-  spesso emettono un forte odore.

Inoltre va detto che ci sono degli studi secondo cui il memory foam sarebbe un po’ tossico.

A parte questo, molte persone ritengono che un cuscino in memory foam sia davvero comodo!

Ed é proprio questa caratteristica che ha reso famoso il memory foam: il materiale più popolare degli ultimi anni per quanto riguarda i materassi ed i cuscini.

Il vantaggio di avere un cuscino in memory foam, è che potrete dormirete bene e serenamente in qualsiasi posizione vi corichiate.

4- in lattice (latex)

Negli ultimi anni, anche i guanciali in lattice stanno prendendo piede.

E ciò perché, pur rimanendo sempre molto morbido, si tratta di un materiale che offre un buon supporto alla testa ed al collo.

Questi cuscini in latex sono inoltre altamente traspiranti e danno un supporto fresco anche nei mesi più caldi.

Anche per questa ragione i cuscini in latex non sono molto pratici per chi è abituato a dormire a pancia in giù.

Lo svantaggio principale di un cuscino in latex, oltre all’odore fortemente chimico, è costituito dal fatto che è un materiale denso e pesante, e quindi è poco ‘coccolone’.

5- ad acqua

I cuscini che hanno questo tipo di supporto non sono molto diffusi e vengono spesso impiegati da chi soffre di dolori al collo od alla schiena.

Per me è difficile suggerirvi di acquistare un cuscino ad acqua. Va da se che il discorso è diverso nel caso di una prescrizione medica.

Vantaggi. I vantaggi dei cuscini ad acqua derivano dal fatto

  • che non hanno nessun odore,
  • che sono piuttosto economici,
  • che possono offrire un buon sollievo per alcuni tipi di utenti.

Svantaggi. Hanno invece lo svantaggio,

  • di non essere malleabili,
  • di essere molto pesanti,
  • di essere difficili da tenere in uso (riempire ogni volta il cuscino d’acqua non é il massimo del divertimento).

Hai appena letto: Torna alla pagina principale