Dormire su materasso gonfiabile: vantaggi e limiti del materasso ad aria

I materassi gonfiabili, o letti gonfiabili, o letti ad aria, o materassi ad aria non hanno una lunga storia alle spalle come le altre tipologie di materassi. Tuttavia stanno diventando sempre più popolari per la loro praticità, per i loro costi, per il loro poco ingombro e spesso anche per il loro comfort. Ma non va neppure e dimenticata la loro versatilità.

Dormire su materasso gonfiabile

I materassi gonfiabili possono essere impiegati,

  • sia in modo permanente come “letto fisso”,
  • sia in via provvisoria nella stanza per gli ospiti,
  • sia «on the road» per viaggiare in modo economico,
  • sia in campeggio.

Se stai considerando la possibilità di acquistare un materasso gonfiabile ti starai chiedendo quali vantaggi vantaggi e quali svantaggi presentino rispetto ai “normali”materassi. A tal fine, per prima cosa devi avere in mente quali sono le tue preferenze e le tue particolari esigenze specifiche e che solo tu puoi conoscere. Poi sarebbe bene che, almeno a grandi linee, tu conoscessi le diverse caratteristiche del tipo di materasso gonfiabile verso cui sei orientato, in modo da poterle metterle in relazione alle tue necessità.

Augurandoci di poter esserti utili, in questo nostro articolo parleremo nello specifico dei vantaggi dei materassi gonfiabili e dei loro limiti

I vantaggi dei materassi gonfiabili

Abbiamo riassunto i loro vantaggi nei seguenti in 9 punti.

1- ogni materasso ha una rigidità che é regolabile a «misura» delle diverse nostre esigenze

Uno dei principali vantaggi di un materasso gonfiabile, specialmente se viene utilizzato casa propria come “letto fisso”, è che si può regolare la sua rigidità.

Sgonfiandolo leggermente è possibile tenerlo morbido (se è questo che ci piace), oppure è possibile renderlo più duro aggiungendovi dell’aria.

Questa sua versatilità è utile soprattutto quando il materasso viene utilizzato dagli ospiti: è noto infatti che, quanto a superfici su cui dorme, le preferenze di ogni singola persona sono molto soggettive.

2- chi soffre di mal di schiena li può regolare opportunamente regolare

Anche se quello gonfiabile non è l’indiscusso miglior materasso per il mal di schiena, il fatto che sia possibile regolare la sua «durezza», costituisce un enorme vantaggio specialmente per quelli che hanno dei problemi alla schiena o in altre parti del corpo, oppure per quelli che hanno dei dolori articolari.

In determinate circostanze potrebbe essere troppo morbido e quindi, premendo semplicemente un pulsante, si può facilmente aggiungervi un pò d’aria per ottenere una superficie più rigida, rigidità che potrebbe dar sollievo agli eventuali dolori in ragione di un miglior supporto al corpo di chi ci sta sopra.

In altre circostanze potrebbe essere invece troppo duro, per cui mediante un semplice tocco, lo si può sgonfiare un poco per ammorbidirne la sua superficie.

3- i gonfiabili matrimoniali li si possono adattare alle esigenze di entrambi i partner

Sempre in tema di regolabilità della rigidità, quasi tutti i materassi matrimoniali ad aria oggi hanno due camere tra loro separate che contengono dell’aria. Ciò implica che le due persone che vi dormono sopra, possono regolare  la “loro parte” di materasso indipendentemente l’una dall’altra.

In questo modo, a seconda delle possibili diverse preferenze / esigenze, il materasso  matrimoniale può diventare più rigido su un lato, più morbido sull’altro lato. In questo modo si possono evitare le dispute sul fatto che sia troppo morbido o troppo duro: basta regolarlo a piacimento come si trattasse del proprio personale materasso.

4- i materassi gonfiabili non emanano odori

Il PVC che viene utilizzato per la loro fabbricazione, non rilascia gli odori come invece può capitare con un materasso in memory foam, le prime volte.

5- non «cedono» col passare del tempo

Un buon materasso deve poter sostenere il corpo in tutti i suoi punti poter mantenere ogni vertebra della colonna vertebrale nella sua naturale posizione, senza che i dischi vertebrali vengano sottoposti ad anomale compressioni.

Quando un tradizionale materasso «si rilassa» e smette di garantirci un corretto posizionamento della nostra colonna vertebrale, è ora di cambiarlo: tuttavia, poiché questi materassi «cedono» gradualmente, è difficile rendersene conto al momento giusto, e molte persone si riducono a cambiare materasso solo quando avvertono dei problemi fisici.

Con il materasso gonfiabile invece tutto ciò non accade: infatti saltuariamente deve essere tenuto in pressione per mezzo di una pompa elettrica/compressore.

6- se correttamente tenuti durano a lungo

Se correttamente tenuti, il PVC e la gomma uretanica che lo compongono, fanno del materasso gonfiabile un materasso resistente, con una durata maggiore di quelli a molle, in lattice o in schiuma con memoria di forma.

Infatti, un materasso “convenzionale” come quello in lattice ha (in media) una durata compresa tra i 7 ed i 10 anni a seconda della sua qualità, mentre un materasso gonfiabile di ultima generazione può facilmente durare 15 anni.

Se il gonfiabile ha una pompa incorporata, la stessa pompa potrà (probabilmente) guastarsi addirittura prima del materasso (in tal caso potrà essere facilmente sostituita ad un basso costo).

7- sono pratici da utilizzare

Quando non li si utilizzano, i materassi gonfiabili possono essere facilmente sistemati in uno scaffale, in un armadio ecc…

A seconda del tipo di pompa in dotazione e della sua “consistenza”, un materasso ad aria può essere completamente gonfiato in pochi minuti. Ad esempio: un materasso matrimoniale «alto», può essere gonfiato completamente in circa 5 minuti; uno da campeggio in meno di 3 minuti.

8- questi materassi hanno costi piuttosto contenuti

Alcuni noti produttori di gonfiabili come la Bestway, la Jilong e la Intex (solo per citarne alcuni) sono riusciti a migliorare le «tecnologie dei loro gonfiabili» ed a tenere nel contempo bassi i loro costi di produzione.

9- possono essere utilizzati in molti luoghi, ed in diverse occasioni

In relazione alla sua dimensione ed al suo spessore (in particolare), un materasso gonfiabile può essere utilizzato in ambienti chiusi (in casa, per esempio) o all’aperto (in tenda, in campeggio, in auto, ecc).

Per questioni di peso e di spazio, quelli destinati prevalentemente ad un utilizzo esterno sono normalmente meno spessi e costruttivamente più semplici dei primi.

I limiti dei materassi gonfiabili

I materassi gonfiabili presentano tuttavia i seguenti 4  inconvenienti.

1- sono soggetti alle forature

Questi materassi possono forarsi specialmente se entrano in contatto con oggetti accuminati, con unghie di animali domestici, con sigarette, ecc.

2- la loro pompa interna può avere la necessità essere riparata o sostituta

Se la pompa incorporata nel materasso dovesse guastarsi, occorre far riparare / sostituire il materasso in garanzia o a proprie spese.

Se invece il materasso gonfiabile fosse dotato di una pompa esterna, basterà acquistarne una nuova.

3- godono di termini di garanzia generalmente più brevi di quelli dei “normali” materassi

Generalmente le garanzie dei materassi gonfiabili sono più brevi di quelle dei materassi in lattice, in memory foam, o a molle.

4- le pompe di alcuni modelli potrebbero essere troppo rumorose

Alcuni si lamentano che le pompe di questi materassi sono troppo rumorose. Di solito però ciò si verifica solo coi prodotti di bassa qualità.

Il loro gonfiaggio non dovrebbe comunque essere fatto di notte: questa operazione andrebbe fatta quando il rumore della pompa disturba di meno.