Materassi singoli – quali scegliere

materasso singolo

I materassi singoli

In Italia vengono chiamati «materassi singoli» o «materassi ad una piazza» i materassi che normalmente  misurano -in larghezza- tra gli 80 ed i 90 cm,  ed in lunghezza 190 e 200 cm. Più vendute sono misure di 80×190 e di 80×200. Su siti online come su Amazon o Ebay potete acquistare materassi singoli di tutte le dimensioni intermedie.
Se vivete all’estero, o state pianificando di acquistare un materasso da utilizzare oltre confine, dovete sapere che ogni singolo paese ha denominazioni e «taglie» proprie (per maggiori informazioni sulle misure e dimensioni dei materassi all’estero, vi rimandiamo a questo nostro articolo).
Se siete alla ricerca di un materasso singolo, può  voler dire che è per una persona sola. Ma,  come spesso avviene, potrebbe servire anche a farne uno matrimoniale unendo due singoli. Questa è la migliore soluzione per:

  • le coppie che non riescono a trovare un materasso doppio che soddisfi  bene, allo stesso modo, le esigenze di entrambi  i soggetti (questo accade soprattutto quando  le due persone hanno corporature molto diverse, ed hanno  perciò, la necessità di  dormire su materassi con  differente rigidità);
  • chi desidera un materasso matrimoniale facilmente trasportabile, girevole, e leggero, più gestibile del materasso matrimoniale composto da un unico pezzo. A parte ciò, chi avesse delle esigenze particolari,  anche di altra natura, potrebbe  prendere in considerazione i materassi gonfiabili, che sono più leggeri, che occupano poco spazio quando sono chiusi, e che sono facili da lavare.

Se, invece, state cercando un materasso per bambini, la norma UNI 11036 prevede che questo abbia una lunghezza compresa tra i 90 ed i 140 cm, ed una larghezza compresa tra i 50 ed i 70 cm. [2]

Materassi singoli  –  modelli a confronto

Qui di seguito illustriamo a titolo esemplificativo le caratteristiche di 4 modelli di materassi singoli.  Si tratta di materassi in memory foam prodotti da rinomate aziende italiane: un produttore  affidabile è  sempre un elemento da non trascurare nella scelta di un materasso di qualità.

MODELLOFOTODESCRIZIONEPAGINA PRODOTTO
Materasso singolo in memory foam Plasmatic Med 3 D di Mentor MaterassiDisponibile in varie misure (da 80×160 a 90×200). E’ alto 26 cm. La schiuma  ha densità media (30-50 kg/m3). Il materasso è dotato di 4 maniglie laterali per il sollevamento. E’ sfoderabile su tutti e quattro i lati, ed è dotato di imbottitura anallergica naturale, in pura lana merinos nel lato invernale, in cotone nel lato estivo. Il  suo costo, previa prescrizione del medico curante o dello specialista, è detraibile nella dichiarazione dei redditi al 19% come spesa sanitaria.Su Amazon
Su segretidelsonno.it
Materasso singolo in memory foam Onda di Materassimemory.eu Materasso spesso 21 cm. Grado di rigidità: medio/rigido. Densità dello strato in memory foam (5cm): 50 kg/m3. Ha la certificazione Oeko Tex Standard 100 classe 1.Amazon
Su segretidelsonno.it
Materasso singolo in memory fam Plus Top Fresh di Baldiflex Materasso di media densità/durezza, adatto alle taglie medie, medio-forti. Spesso 25 cm. Disponibile in varie misure. Garanzia del produttore: 10 anni.Su Amazon
Su segretidelsonno.it
Materasso singolo in memory foam La rosa dei venti di Materassimemory.euMaterasso spesso 25 cm. Adatto alle persone con peso  non superiore  ai 100kg. E’ disponibile in varie dimensioni. Ha la certificazione Oeko Tex Standard 100 classe 1. Garantito dal produttore 10 anni.Su Amazon
Su segretidelsonno.it

Materassi singoli  – quali scegliere

Molti quando cambiano materasso, acquistano senza sapere cosa stanno esattamente comprando.  Per molte ragioni questo è un vero e proprio attentato al proprio benessere. Illustriamo perciò alcuni elementi “tecnici” da considerare prima di acquistare un materasso:

  • I materassi posso essere divisi in 6 categorie, a seconda del materiale di cui sono costituiti:
    • Materassi in lattice.  Con il termine «materassi in lattice» ci si riferisce a quella categoria, il cui supporto per il riposo è  costituita da due o più  di due, differenti strati di materiali sovrapposti, dove l’altezza minima del lattice è di almeno 10 centimetri, e rappresenta almeno il 60% dell’altezza dell’anima del materasso: se l’anima è composta da almeno l’85% di lattice di origine naturale può essere autorizzata l’indicazione (supplementare)  di «origine naturale». [1]
    • Materassi in memory foam.  Con il termine «materassi memory» o «materassi in memory foam», ci si riferisce a quei materassi il cui lo strato che si trova a contatto con il corpo è realizzato in memory foam (letteralmente: schiuma con memoria). Questi materassi  sono in grado di accogliere  in modo adeguato la forma  del corpo dell’utilizzatore e , in tal modo, di ridurre/uniformare la pressione che esercitano sul corpo stesso.
    • Materassi a molle. Sono i materassi che vengono scelti da chi preferisce le soluzioni tradizionali, oppure da chi, a priori, sa già che un eventuale cambio di materasso potrebbe causargli dei problemi avendo fatto abitudine alle loro caratteristiche. Questa tipologia,  tra quelle che potete trovare in commercio, è la più antica, quella sopravvissuta alla prova del tempo.
    • Materassi gonfiabili.  I materassi gonfiabili vengono attualmente impiegati sopratutto per le situazioni di emergenza, per  il campeggio,  per la casa in affitto. Il loro costo è sensibilmente inferiore a quello degli altri materassi.
    • Materassi in poliuretano (o waterfoam). La schiuma di poliuretano ha molte qualità, è resistente, è traspirante, è resiliente ed é  flessibile, ma non ha le stesse qualità,  in termini di rilascio della pressione, che hanno i materassi in memory foam ed in lattice.
    • Materassi ad acqua. Sono materassi costituiti da una o da più camere stagne piene d’acqua. Sono comodi in virtù della loro struttura a compartimenti stagni. Tutti i materassi ad acqua sono dotati di un elemento riscaldante. Un buon elemento permette di determinare con precisione la temperatura  e di adattarla perfettamente ai vostri desideri. Il calore è una delle caratteristiche più apprezzate di un materasso ad acqua.

Materasso singolo – quando va cambiato

Il materasso va cambiato, quando è rovinato,  quando è evidentemente deteriorato, quando ci si rende conto di non dormire più bene, quando al risveglio si avverte mal di collo/di schiena per i primi 20-30 minuti dopo alzati dal letto.

Materassi singoli – costo

A mio parere, se non avete particolari problemi economici, il prezzo del materasso non dovrebbe condizionarvi. In primo luogo, perché il costo di un materasso è direttamente proporzionale alla sua qualità. In secondo luogo, perché un materasso dura parecchi anni, ed il suo costo andrebbe sempre valutato in quest’ottica. Il nostro suggerimento è, quindi,  di non lesinare ad ogni costo sulla qualità dei materiali del supporto che volete acquistare.

Sistema letto – le reti per i materassi

La scelta della rete su cui poggiare il materasso, richiede la stessa attenzione che si pone nella scelta del materasso. Anzi, rete e materasso laddove possibile, dovrebbero essere scelti assieme.

Fonti

  1. http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2001/12/21/01A13665/sg
  2. http://www.icqglobal.com/materassi-sicuri-nuova-norma-uni-11036/
Hai appena letto: Torna alla pagina principale