Materasso gonfiabile: recensioni di 4 diversi tipi

La flessibilità d'impiego dei materassi gonfiabili è legata a moti fattori, tra cui l’altezza, il rilievo del profilo, la modalità di gonfiaggio ecc.
In questo articolo prenderemo in esame in particolare quattro tipi di materassi gonfiabili.

Impieghi del materasso gonfiabile

Il materasso gonfiabile, comunemente chiamato anche letto gonfiabile, è un materasso pieno (soltanto) d’aria.

Generalmente è fatto in PVC, ma ci sono anche dei materassi gonfiabili realizzati con dei materiali tecnologicamente innovativi come il Dura-Beam® della Intex.

La superficie del materasso gonfiabile di solito è ricoperta con del materiale floccato anche se, in commercio, si possono trovare dei materassi gonfiabili ricoperti con un sottile strato in memory foam.
recensioni materassi gonfiabili
Esistono diversi tipi di materassi gonfiabili con diverse altezze, dimensioni e qualità.

Negli ultimi anni la tecnologia si è rapidamente evoluta con nuove soluzioni per garantire maggior comfort.

Sono molti ritengono che la soddisfazione di chi usa i materassi gonfiabili sia in genere paragonabile a quella di chi usa un tradizionale materasso a molle.

Ma non solo. Alcune persone sofferenti di mal di schiena, preferiscono il letto gonfiabile perché la sua rigidità può essere regolata a piacimento semplicemente variando la pressione dell’aria in esso contenuta.

Si può acquistare un materasso gonfiabile ad una piazza o nella versione matrimoniale e, di conseguenza lo si può utilizzare in ogni evenienza, anche nel caso che lo spazio disponibile sia molto ridotto come, ad esempio, può capitare quando si deve improvvisare un letto d’emergenza.

Ciò che ha reso popolare il gonfiabile è la sua trasportabilità, in modo da poterlo utilizzare in situazioni anche molto diverse: è ovviamente molto più facile sgonfiare e poi trasportare un materasso gonfiabile che uno a molle o in schiuma.

Certo, puoi anche usarlo come letto permanente a casa tua. Nessuno te lo impedisce e non ci sono particolari controindicazioni a ciò.

Ma puoi anche ripiegarlo e metterlo dentro un cassetto, pronto per essere usato come letto d’emergenza per gli ospiti.

Puoi utilizzarlo durante i viaggi, in campeggio dal momento che si adatta perfettamente ad essere messo all’interno della tenda (in questo caso, se lo utilizzi in assenza di corrente elettrica, devi avere un materasso con pompa manuale).

Quattro tipi di materassi gonfiabili

Prima di procedere all’acquisto di un materasso gonfiabile, per prima cosa è importante che tu decida come e dove intendi maggiormente utilizzarlo.

A tal fine, illustriamo brevemente quattro tipi di materassi gonfiabili suddividendoli (per semplicità e chiarezza) in quattro grandi categorie.

1) materasso gonfiabile elettrico (permanente)

Materasso gonfiabile Intex 64464 «Supreme Air-Flow»
Letto gonfiabile Intex 64464 «Supreme Air-Flow». Foto: prom.ua

Anche se i materassi gonfiabili vengono generalmente utilizzati per la loro versatilità e la loro trasportabilità, è possibile utilizzarli anche come letti permanenti.

Puoi optare sia per la versione singola che quella matrimoniale.

Puoi utilizzarli posizionandoli su di un qualche un supporto rialzato, oppure posandoli direttamente sul pavimento.

Sono molto economici.

2) materasso gonfiabile elettrico (temporaneo)

materasso gonfiabile intex Bicolor T
Hai degli amici o familiari da dover ospitare a casa tua anche per lunghi periodi? Stai organizzando un viaggio presso degli amici che non hanno un letto su cui ospitarti?

Un letto gonfiabile è ciò che fa per te.

Prendine uno singolo oppure uno matrimoniale (o uno matrimoniale composto da due singoli), entrambi rappresentano un’ottima soluzione per non  dover dormire su di un divano scomodo o peggio ancora sul duro pavimento.

Un buon materasso ad aria può durare per sempre, ed una volta che non ti serve è facile da sgonfiare, da arrotolare e da riporre in uno sgabuzzino.

3) materasso per auto

materasso-gonfiabile-auto
KING DO WAY Letto Gonfiabile. Fonte: Amazon API

Forse hai già dovuto dormire nella tua auto e pensi ti possa ancora capitare.

Forse stai programmando un viaggio on the road e non disponi di un budget che ti consenta di fermarti ogni sera in un albergo.

Se dovesse essere il tuo caso, un materasso gonfiabile è la soluzione perfetta: un letto da tenere nel bagagliaio e da utilizzare ogni volta che ne hai bisogno.

E’ una scelta pratica ed economica!

4) materasso per campeggio

campingaz-materasso-gonfiabile
Fonte: Amazon API

Prima di fare una scampagnata nei boschi, ti dovrai ovviamente procurare la necessaria attrezzatura. Cosa mettere nello zaino oltre a un fornello e allo spray contro le zanzare?

E’ facile, un materasso per poter dormire adeguatamente anche sulla nuda terra!

Ti serviranno non più di cinque minuti per gonfiarlo / sgonfiarlo, per piegarlo e riporlo nello zaino.

Se non vuoi svegliarti con le ossa doloranti e tutto indolenzito dall’umidità, non basta il solo sacco a pelo: se il giorno dopo ti si aspetta un lungo cammino, o comunque un’avventura impegnativa, è importante che tu dorma bene e che ti svegli col massimo dell’energia.

Alcuni consigli per l’acquisto

Ci sono molti altri fattori da considerare quando si deve scegliere il materasso gonfiabile “giusto”.

In questo paragrafo, esaminiamo le cose più importanti da prendere in considerazione.

marchio

Il settore dei materassi gonfiabili è dominato da un “manipolo” di grosse ditte internazionali.

Tra queste è doveroso menzionare la californiana Intex, la Bestway, la Areobed e – per i materassi gonfiabili da campeggio – la Campingaz.

altezza

I materassi gonfiabili possono avere diverse altezze (cioè con diversi spessori).

I più comuni materassi per uso casalingo sono del tipo sollevato o rialzato (in inglese, “raised”). Hanno solitamente la stessa altezza di un normale letto.

Questo è il tipo di materasso che non ti farà accorgere che non stai dormendo su un materasso tradizionale.

Unico suo svantaggio del materasso rialzato è che occupa più spazio degli altri materassi gonfiabili, sia da disteso sia quando lo sgonfi e lo vuoi riporre in un cassetto o dentro un armadio.

Ovviamente ci sono anche dei materassi gonfiabili con un profilo più basso, ideali per viaggi e per il campeggio: questi sono più piccoli e più compatti.

superficie superiore

La superficie superiore dei materassi gonfiabili solitamente è floccata, ovvero  è ricoperta di un materiale che rende il materasso gonfiabile più piacevole al tatto e più aderente alle lenzuola.

Alcuni materassi gonfiabili (permanenti) sono ricoperti anche da un sottile strato in memory foam.

Alcuni, nel lato della testa sono anche leggermente ondulati, in modo da ricreare la forma di un cuscino.

modalità di gonfiaggio

Un materasso gonfiabile può essere gonfiato con pompa manuale oppure con una elettrica.

La pompa manuale serve per i materassi da tenda e da campeggio. Costa poche decine di euro e richiede qualche minuto di attività di pompaggio da parte dell’utilizzatore.

Le pompe elettriche, in ragione del fatto che devono essere collegate alla rete elettrica (220), sono destinate ai materassi per uso casalingo.

Esistono in pratica due tipi di pompe elettriche: una è esterna e l’altra è interna al materasso gonfiabile.

Al giorno d’oggi è sempre più difficile trovare materassi gonfiabili con delle pompe esterne.

La pompa interna è più pratica, più veloce e può garantire anche un comfort migliore.
foto di copertina: Flickr / caribbeanfreephoto

Disponibilità e prezzo aggiornati al: 2019-06-24 at 13:35

Hai appena letto: Torna alla pagina principale