Lo spessore del materasso: l’altezza ideale

Questo sito si basa sul supporto dei lettori: quando comprate attraverso i link sul sito, potremo ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.
Pubblicato da: Author: BFC - aggiornato il:

I materassi possono avere diversi spessori. Quelli più alti sono sovente ritenuti più confortevoli di quelli con spessori inferiori.
Ma non è proprio così sempre: vediamo perché.

Comfort e spessore del materasso

Quando parliamo dello spessore di un materasso ci riferiamo alla sua altezza totale, cioè alla somma degli spessori delle parti interne ed esterne che lo compongono.

I materassi con un adeguato spessore vengono spesso associati al benessere e ad una buona nottata di sonno. Non esiste tuttavia un rapporto diretto tra spessore e comfort.

Per questa ragione, quando ci accingiamo ad acquistarne uno nuovo dovremmo sì, prendere in considerazione il suo spessore, ma non dovremmo cadere nel luogo comune che vuole che un materasso spesso sia di lusso. Può infatti avere un impatto negativo sul comfort e quindi sul sonno di chi ci sta sopra, sia dormire su un materasso troppo sottile sia su uno troppo spesso.

In questo articolo parleremo dei fattori che determinano il suo spessore totale e le cose da considerare quando si decide di scegliere un nuovo materasso.

Gli spessori più comuni dei materassi

Prima di entrare nell’argomento, vogliamo mettere in evidenza che occorre tener conto che lo spessore di un materasso  – che alcuni chiamano altezza, mentre altri chiamano profondità – incide anche sull’altezza complessiva del sistema letto e che quindi riguarda anche le fasi dell’entrata e dell’uscita dal letto.

Quanto alla sua “giusta” altezza complessiva, la parte superiore del materasso dovrebbe idealmente trovarsi a circa 60 – 65 cm dal pavimento. Ciò in quanto quando siamo seduti sul bordo del letto i nostri piedi arrivano al pavimento pur mantenendo la curvatura delle nostre ginocchia o a 90°, il che ci rende facile l’entrata e l’uscita dal letto.

In Italia. Non esistono delle norme condivise o degli appositi standard  – ISO, UNI, ecc… – che possano aiutarci a classificare i materassi a seconda della loro altezza, e quanto stiamo per dire deriva dall’analisi dei prodotti e dei cataloghi dei vari produttori.

A parità di caratteristiche e di qualità dei materiali con cui sono fatti, possiamo definire in linea di massima:

  • basso un materasso che ha un’altezza è compresa tra i 16 ed i 23 cm;
  • di medio spessore quel materasso la cui altezza è compresa tra i 20 e i 24 cm;
  • di spessore elevato, quello la cui altezza è compresa tra i 25 ed i 30 cm.

Nel nord America: negli Stati Uniti ed in Canada si utilizzano materassi molto più alti che in Europa. In questi paesi lo spessore standard di un materasso è compreso tra i 24 ed i 32 cm. Nelle fasce alte di mercato non è raro trovare materassi alti anche 45 – 50 cm.

Gli spessori dei cd materassi sottili

I cosiddetti materassi sottili  (ma anche materassini sottili, sovra-materassi o correttori materassi) non vanno confusi coi materassi veri e propri, in quanto si tratta di una categoria a sé stante di ‘prodotti accessori‘ al sistema letto: materassini spessi tra i 6 ed i 12 cm che vanno messi sopra un tradizionale materasso così da modificarne la rigidità ed in comfort.

A volte, questi materassini vengono anche utilizzati come “posti letto di emergenza” ma, emergenza a parte, non devono essere considerati veri e propri materassi.

Gli spessori dei materassi gonfiabili

Anche i gonfiabili sono una categoria di materassi a sé stante. Quanto alle modalità ed alle circostanze legate al loro utilizzo, quelli di questa tipologia hanno gli spessori più diversi.

  • Da un lato abbiamo i materassi gonfiabili “da casa”, in genere sono alti dai 40 ai 60 cm, e anche se vengono poggiati sul pavimento devono garantire un buon confort.
  • Dall’altro, abbiamo i materassini gonfiabili “da campeggio” i qualidevono necessariamente essere più leggeri e più compatti, per cui in genere sono alti tra i 6 ed i 16 cm.

Gli elementi che vanno a formare lo spessore del materasso

Oggi i materassi sono composti per la maggior parte da 2 strati di materiali differenti. Possono averne tre, quattro o più quelli di migliore qualità. E’ quindi evidente che lo spessore complessivo di un materasso è la somma degli spessori degli strati che lo compongono.

I diversi materiali di questi strati interni incidono in misura diversa sia sul comfort sia sul supporto che ci danno questi materassi ma anche sulla loro durata. I loro diversi strati (due, o più di due) hanno lo scopo,

  • alcuni, di darci confort,
  • altri, quelli più rigidi, di garantire un buon sostegno al nostro corpo.

gli strati dei materiali più confortevoli

Gli strati più confortevoli sono quelli esterni, quelli che sono a contatto con le persone. E’ il caso dei materassi in lattice, di quelli ibridi o in memory foam. Questi strati hanno solitamente spessori che vanno dai 4 ai 6 cm.

In alcuni altri tipi di materassi come in quelli a molle,  lo strato superiore (quello confortevole) è fatto in cotone, in lana o in schiuma.

gli strati: i materiali che danno il supporto

Gli strati rigidi dei materassi, detti strati di base o di supporto determinano il grado di sostegno che garantiscono al corpo di chi ci dorme sopra.

I materassi con strati di supporto più spessi e più rigidi sono generalmente più resistenti. Sono anche maggiormente adatti alle persone più pesanti perché il loro maggior spessore impedisce che il materasso ceda e si affossi.

Gli strati di supporto dei tradizionali materassi a molle e di quelli ibridi sono costituiti da bobine di molle.

La maggior parte di quelli in memory foam ha uno strato di base (quelli più rigido) in schiuma di poliuretano (waterfoam).

Le cose di cui tener conto circa il giusto spessore del materasso

Se si desidera un materasso che sia comodo e che sia resistente stesso tempo, questo dovrebbe avere uno spessore di almeno 23 cm: si può pensare di scendere a 18 cm solamente coi materassi rigidi di ultima generazione, come l’Emma One.

gli spessori – in relazione alle nostre posizioni nel sonno

I diversi spessori incidono la qualità del materasso che, a sua volta, influisce sulla qualità del nostro sonno indipendentemente dalla posizione in cui dormiamo.

Indipendentemente da ciò, alcune nostre posizioni nel sonno necessitano di una maggiore ammortizzazione, altre invece di un maggior sostegno. Quanto al modi di dormire ed ai diversi livelli di spessore dei materassi,

  1. chi dorme sul fianco o durante il sonno assume diverse posizioni: per queste persone i migliori materassi generalmente sono quelli spessi almeno 24 cm che hanno un morbido strato più confortevole, in grado di garantire la necessaria ammortizzazione per ridurre l’accumulo di pressione sulle spalle e sui fianchi;
  2. chi dorme sulla schiena o sulla pancia, ha bisogno di materassi che diano un supporto sufficiente a sostenere la naturale curvatura della loro colonna vertebrale ed a prevenire il suo disallineamento: infatti, il disallineamento della colonna vertebrale innesca o aggrava i mali di schiena, i dolori al collo o la rigidità muscolare. Un materasso avente un basso/medio-basso spessore, alto dai 18 ai 24 cm); con uno strato di base (strato di supporto) rigido, con uno strato superiore (strato “comfort”) più sottile, è in grado di sostenere la schiena e di prevenire l’affondamento del materasso sotto il peso di chi dorme.

gli spessori – in relazione al nostro peso corporeo

Lo spessore di un materasso ed i materiali utilizzati per farlo determinano il modo con cui lo stesso reagisce al peso delle persone. Per riposare confortevolmente dovremmo scegliere un materasso che ci supporti abbastanza bene, e questa scelta in parte è determinata dal nostro peso.

  • Chi pesa meno di 70 kg può orientarsi verso qualsiasi spessore, prediligendo i materassi che hanno uno strato superiore (lo strato di comfort) di almeno 5 cm, e morbido;
  • Per chi pesa tra i 70 ed i 100 kg, probabilmente la scelta che più gli si addice è quella di un materasso di medio spessore e di rigidità media;
  • Chi pesa più di 100 kg dovrebbe invece orientarsi verso i materassi di spessore elevato (spessi almeno 25 cm), materassi medio-rigidi se non addirittura rigidi.

gli spessori – in relazione alle condizioni di salute di chi deve dormirci sopra

Le persone con alcune condizioni salute, col mal di schiena per esempio, potrebbero aver bisogno di materassi relativamente rigidi, fatti con degli “strati di comfort” più sottili.

Perché sono in genere abbastanza rigidi da sostenere la schiena e di prevenire l’affondamento del materasso. Perché allo stesso tempo sono in grado di adattarsi alla naturale curvatura della colonna vertebrale. Quindi queste persone dovrebbero quindi orientarsi verso i materassi di medio spessore (20 e i 24 cm) o addirittura con un basso spessore (23 cm o meno).

Le persone che soffrono di artrite, di dolori alla spalla o di dolori all’anca, hanno bisogno di materassi più morbidi che siano in grado di dar loro una maggiore ammortizzazione. Per queste persone,  i materassi di spessore elevato (24 cm o più) sono in genere una buona opzione perché hanno sovente più “strati di comfort” che si adattano alle loro curve alleviando i punti di pressione di spalle, fianchi e articolazioni.

gli spessori – in relazione all’altezza del  sistema letto

Quando si valuta lo spessore di un nuovo materasso, occorre prendere in considerazione anche l’altezza della rete e della base del letto su cui è destinato a poggiare. L’altezza complessiva del letto, inclusi la base ed il materasso, non deve essere superiore a 65 cm, soprattutto se a dormici sopra sono persone col mal di schiena, con dolori articolari o con l’artrite.

Gli svantaggi ed i vantaggi di quelli che sono più spessi

i loro svantaggi

I materassi con un elevato spessore presentano i seguenti inconvenienti:

  • possono essere più pesanti,
  • possono essere più costosi,
  • una volta posizionati nel letto sopra la rete, possono risultare troppo alti,
  • sono difficili da movimentare.

i loro vantaggi

In genere, i materassi di elevato spessore:

  • forniscono una maggiore ammortizzazione, e sono quindi particolarmente comodi per chi dorme sul fianco,
  • supportano meglio il peso delle persone più pesanti,
  • durano più a lungo e sono più resistenti.
***

Segretidelsonno.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Il prezzo finale di vendita può variare per motivi indipendenti da noi: verificalo sempre prima di concludere l'acquisto. Per saperne di più...