Materassi memory: le opinioni degli studiosi

Ho preso in esame decine di articoli, di studi e di ricerche - accademiche e non - sui materassi memory foam.
Poi ho raccolto in questo articolo i pareri e opinioni degli esperti nel settore.

materassi memory foam opinioni

Introduzione

Dopo averne sentito tanto parlare di materassi memory foam finalmente hai deciso che tu potresti essere interessato ad uno.

Tuttavia, se ora sei qui e stai leggendo queste righe, é evidentemente perché non sei ancora completamente sicuro dei vantaggi del loro utilizzo. Se è così, sei capitato sulla pagina giusta.

Infatti, in questo articolo troverai le opinioni degli esperti circa i materassi memory foam: non opinioni di acquirenti o venditori, ma di ricercatori, di esperti del sonno che ti saranno utili per conoscere ciò che occorre sapere prima di comprare un materasso memory foam.

Non dovrai leggere formule chimiche, risultati di test sulla densità dei materiali o altro: é alla portata di tutti, anche perché il materassi memory foam oggi sono alla portata di tutti!

Sono sicuro che al termine potrai essere soddisfatto dalle informazioni che avrai avuto.

Le opinioni degli esperti relativamente ai materassi in memory foam

Sintetizzo in un linguaggio comune privo di gerghi e tecnicismi i loro pareri e le loro opinioni.

Per quanto mi possibile citerò le fonti; perciò se sei interessato a degli approfondimenti o ad ulteriori indagini, sai dove andare a cercare.

Fatta questa premessa, possiamo analizziamo insieme le opinioni di chi i materassi li conosce davvero bene.

Secondo Donna L. Arand, PhD e specialista del sonno,

  • gli studi fino ad ora condotti che affermano tutti gli effetti benefici che vengono attribuiti ai materassi memory foam, presentano delle carenze.
  • Ciò non vuol dire che in futuro questi benefici verranno confermati, ma significa semplicemente che sono necessari ulteriori studi per arrivare a delle conclusioni «definitive».
  • A questo proposito due osservazioni:  -prima – la polisonnografia  purtroppo è una tecnica costosa, ed affinché possa arrivare a delle conclusioni più affidabili non dovrebbe venire finanziata solo dagli enti o dalle aziende operanti nel settore; – seconda – la tecnologia relativa ai materassi memory foam è relativamente recente. [1]

  • E’ sempre opinione della dottoressa Arand che ancorché non esistano attualmente degli studi che supportino questa sua tesi, i materassi memory foam siano particolarmente utili alle persone anziane, e ciò in quanto, riducendo la facilità di movimenti durante il sonno, sono in grado di minimizzare il numero di risvegli durante il sonno stesso.
  • La stessa Arand ritiene anche che, a differenza di quello che avviene con i  materassi a molle, la capacità del materasso memory di assorbire e di non propagare le vibrazioni generate dai movimenti nel sonno dal proprio partner, sia un ulteriore beneficio associabile a questa tipologia di materassi. [1]

Il professor Howard Levy, assistente presso la Emory University School of Medicine di Atlanta,

  • sostiene che il materasso migliore per le persone che soffrono di mal di schiena, dovrebbe essere quello «morbido sopra e rigido sotto».
  • Si tratta di una combinazione (morbido/rigido) che si trova nella maggior parte dei materassi in memory foam, dove uno strato di poliuretano di supporto (rigido), viene associato ad uno strato di qualche centimetro in memory foam che è più morbido: strato solitamente dai 5-10 cm, a seconda dei vari modelli. [3]

E’ opinione della dottoressa Kathy R. Gromer, specialista del sonno presso il Minnesota Sleep Institute in Minneapolis,

  • che la schiuma con memoria di forma possa essere utile per migliorare il sonno, in quanto permette una distribuzione uniforme della pressione esercitata dal materasso su tutte le forme del corpo.
  • Ciò allevia la sua pressione sui punti del corpo più dolenti.
  • Tuttavia, sempre secondo la stessa Gromer, il materasso in memory foam non può fare alcunchè per ridurre o per eliminare i disturbi del sonno e le apnee notturne. [1]

Il dottor Gary Zammit, Ph.D, del Sleep Disorders Institute di New York. [2] ,

  • sostiene che «sono stati condotti validi studi clinici guardando i vari tipi di materassi, ma che ci sono ancora toppe poche prove per poter sostenere che il tipo di materasso su cui si dorme influisca su quanto velocemente si prenda sonno e quanto a lungo si possa dormire».

La dottoressa Helene A. Emsellem, professore presso la George Washington University,

  • ha affermato che «non è sempre necessario investire in un nuovo materasso»:
  • é sua opinione infatti che l’acquisto di un materasso sottile in memory foam, in lattice, in piuma o lana da posizionare sopra un materasso rigido pre-esistente possa notevolmente migliorare la qualità del sonno. [3]

Per quanto attiene più specificatamente al calore, all’odore, ai bambini piccoli, ed alle allergie,

1-Calore. Per quanto riguarda i rilievi di molti studiosi, secondo cui i materassi in memory foam tendono a trattenere il calore del corpo e che quindi non sono troppo confortevoli nei mei più caldi, va detto

  • che mentre la dottoressa Gromer tende ad essere d’accordo,
  • la dottoressa Arand afferma che nessuno dei sui pazienti si è mai lamentato di questo presunto problema, ed aggiunge che «nella nostra società la maggior parte delle persone possono regolare il termostato o il numero di coperte».[1]

2- Odore. Circa il problema alquanto dibattuto riguardante gli odori dei materassi memory foam, un fenomeno altrimenti noto come de-saturazione,

  • è opinione del Sleep Products Safety Council, che immediatamente dopo l’acquisto un materasso, o di un topper materasso in memory foam, questo debba essere lasciato areare per almeno 24 ore prima di utilizzarlo per dormirci sopra.

3- Bambini piccoli. Secondo la già citata dottoressa Gromer, far dormire i bambini molto piccoli (i neonati di età compresa tra un mese ed un anno di vita) su dei materassi memory foam aumenterebbe il rischio di sindrome della morte improvvisa del lattante.[1]

4- Allergie. Tutti quelli che sono allergici alla polvere ed agli acari, troveranno un conforto nelle affermazioni del dottor Morris Nejat del Allergy & Sinus Centers di New York, il quale ha affermato al riguardo,

  • che «porre il tuo materasso in un copri-materasso antiacaro ed il lavare le lenzuola una volta alla settimana è sufficiente a ridurre l’esposizione agli acari della polvere». [2]

Conclusioni. Termino questa rassegna di pareri e opinioni sui materassi memory foam con una frase del già citato dottor Gary Zammit, Ph.D, del Sleep Disorders Institute di New York. [2]:

«la scelta del materasso è una decisione molto personale. Non ci sono prove che suggeriscano che il materasso A sia meglio del materasso B».

Alcuni consigli sulla scelta

Sulla base di quanto abbiamo parlato sino ad ora, ho preparato alcuni suggerimenti e consigli per aiutarti nella scelta del tuo materasso in memory foam.

Eccoti alcuni miei suggerimenti per la scelta di un buon materasso che possa anche esserti utile.

Per scegliere un buon materasso occorre,

  1. prima di tutto che ti informi:
    • prima bisogna che tu conosca quali sono le caratteristiche delle varie tipologie di materasso in commercio (memory foam, lattice, molle),
    • poi che individui per quanto ti è possibile quali sono i punti deboli del materasso su cui si sta dormendo,
    • ed infine che osservi come solitamente ci dormi sopra;
  2. sulla base di queste informazioni ed osservazioni, definisci le caratteristiche che dovrà avere il materasso che intendi acquistare;
  3. affidati ad una buona / nota marca di materassi e, nel limite delle tue possibilità prediligi un prodotto di qualità.

Materassi memory foam selezionati dalla redazione

Dopo aver preso in esame molti dei materassi che si trovano oggi sul mercato, ti indico alcuni modelli che abbiamo selezionato.

Fonti

  1. http://www.webmd.com/sleep-disorders/features/memory-foam-pros-and-cons#1
  2. http://magazine.foxnews.com/at-home/memory-foam-better-nights-sleep
  3. http://www.nytimes.com/2011/10/22/your-money/mattress-not-usually-to-blame-in-sleep-problems-experts-say.html
  4. foto di copertina: flickr/bedzine, distribuita con licenza CC(BY-SA)

Disponibilità e prezzo aggiornati al: 2019-06-24 at 12:44

Hai appena letto: Torna alla pagina principale