Cuscini

Dormire con o senza cuscino: quando va bene, quando non va bene

Per dormir bene è importante trovare la giusta combinazione cuscino/materasso.
A questo riguardo ci sono alcune linee guida che è opportuno conoscere.

Il modo di dormire

Il come uno dorme è legato alle sopratutto alle sue abitudini.

In ogni caso, per dormire bene è importante trovare la giusta combinazione cuscino/materasso, quella più adatta alle proprie esigenze ed al proprio modo di dormire.

Comunque,

  • se dormi di fianco, se oppure dormi di schiena, a pancia in sù, per te va bene un cuscino,
  • invece se dormi bocconi, a pancia in giù potresti non aver bisogno del cuscino.

In ogni caso ci sono alcune linee guida di carattere generale che è opportuno conoscere per trarre il massimo beneficio dal proprio sonno.

Il cuscino ed i dolori al risveglio

Se ti è capitato di svegliarti con un dolore al collo, col mal di schiena o col mal di testa, ti sarai magari chiesto se ciò può essere legato al cuscino e se  sarebbe meglio che ne facessi a meno.

Questo dubbio è anche legittimo, dato che a molti di noi infatti è stato detto sin da bambini che il dormire senza cuscino fa bene.

Ma qual’è la verità? Scopriamola insieme.

Se si dorme su un ottimo materasso ma si hanno ancora dei problemi a dormire, non c’è da meravigliarsi se si tende ad incolparne il cuscino.

E comunque occorre dire che in ogni caso viene sottovalutata molto spesso l’importanza che il cuscino ha nel nostro sonno.

Infatti tendiamo a focalizzare la nostra attenzione sul materasso dimenticandoci invece,

  • che l’allineamento della nostra spina dorsale nel sonno dipende anche dalla posizione della nostra testa e quindi anche dall’altezza del cuscino su cui dormiamo;
  • così pure come dal cuscino dipende anche la distribuzione delle tensioni muscolari nella parte alta del busto, quella parte di chi lavora sul computer tutto il giorno maggiormente sollecitata,
  • e che quindi questo allineamento stesso è legato anche al cuscino.

Le posizioni nel sonno ed il cuscino

Per tornare all’interrogativo iniziale, la prima domanda che ti devi porre a si questo punto non è tanto se,

  • sia meglio dormire senza cuscino,
  • piuttosto che dormire col cuscino,

quanto piuttosto quali sono le posizioni del sonno in cui puoi (eventualmente) beneficiare dall’assenza del cuscino e quali no.

Partiamo allora dalle posizioni che si possono tenere quando si dorme. Sono sostanzialmente tre:

  • posizione supina (di schiena),
  • posizione bocconi (a pancia sotto),
  • posizione di fianco.

1) Dormi di fianco?

Hai bisogno del cuscino.

Dormire sul fianco è positivo per molti versi a patto pero che si dorma col cuscino!
Tutti i potenziali benefici che si hanno a dormire sul fianco mancano infatti se si dorme senza un adeguato supporto da parte di un cuscino.
Se dormi sul fianco hai bisogno di un cuscino che lavorando in sinergia col materasso, ti permetta di mantenere la colonna vertebrale dritta mentre stai dormendo: dai fianchi fino alla testa. 

Un materasso modellante permette ai punti di pressione del corpo di affondare nel materasso, tuttavia senza un cuscino, anche con questo materasso il peso della testa torcerà il collo verso il basso in una posizione non allineata con il resto della colonna vertebrale.

D’altra parte non è una buona idea dormire sul fianco senza cuscino con un braccio sotto la testa per tenerla sollevata, in quanto questo fatto ci causa delle indebite pressioni sui muscoli delle braccia e delle spalle.

Inoltre lo fa in modo non uniforme, in quanto solo un lato del corpo ne viene sollecitato. Quindi, se dormi sul fianco:

  • hai bisogno di un cuscino spesso che ti offra un buon supporto;
  • il suo spessore dipenderà da quanto hai larghe le spalle;
  • i cuscini cervicali ed i guanciali in memory foam che sono sagomati per avere uno spessore superiore nella zona del collo rispetto che in quella della testa  aiutano a sostenere il collo in maniera ottimale.


Non sempre è facile “azzeccare” il cuscino giusto al primo tentativo.
Ci vuole un po’ di esperienza e qualche test “dal vivo” (“dal vivo”, perché un cuscino va provato sul proprio letto dormendoci sopra; non è possibile provare in modo soddisfacente un cuscino in un negozio).

Nel provare un cuscino nuovo, devi tenere presente un paio di considerazioni molto intuitive:

  • un cuscino adeguato tiene la testa e il collo diritti ed allineati con la colonna vertebrale;
  • un cuscino troppo spesso fa si che il collo e la testa si inclino verso l’alto e fuori asse col resto del corpo;
  • un cuscino troppo morbido o troppo sottile inclina il collo e la testa verso il basso.

Chi dorme sul fianco potrebbe inoltre trarre dei benefici da un ulteriore cuscino (sottile) da porre tra tra le ginocchia.
Questo cuscino serve ad alleviare ulterioremente la tensione muscolare ed a mantenere la colonna vertebrale dritta fino ai fianchi.

2) Dormi di schiena, a pancia in sù?


Hai bisogno di un cuscino.

Dormendo a pancia in sù, tendenzialmente si creano dei piccoli spazi tra la parte bassa della schiena ed il materasso, così pure come tra il collo ed il materasso.
I materassi memory foam tendono a “chiudere” questi spazi, lasciando che i glutei e le spalle affondino più in profondità nel materasso, mentre la schiuma “avvolge” il bacino.

Ma, anche con “l’aiuto” di questo tipo di materasso, se non li riempi questi spazi con un cuscino, rimangono ancora degli spazi tra il collo e la superficie del materasso.
In altre parole, dormire a pancia in su senza il cuscino, lascia uno spazio d’aria sotto il collo, e fa si che la tua testa si ruoti indietro perdendo l’allineamento con il resto della colonna vertebrale.

Un cuscino troppo spesso crea l’effetto opposto, inclinando la testa in avanti con il mento che si avvicina troppo al petto.

Quindi se dormi sulla schiena, con la pancia in sù, un cuscino sottile e sagomato potrebbe fare al caso tuo.

I cuscini cervicali e i cuscini con il supporto per il collo in questi casi rappresentano delle buone opzioni.

Inoltre, un piccolo cuscino sotto le ginocchia o un cuscino sottile da porre nella zona lombare, può alleviare lo sforzo sulla parte inferiore della schiena.

3) Dormi bocconi, a pancia in giù?

Potresti non aver bisogno del cuscino.

Dormire a pancia in giù non è proprio la cosa ideale.
Anche questa posizione previene il russamento e l’apnea del sonno, dormire a pancia in giù viene universalmente considerato malsano, dal momento che necessariamente comprime, a torcere, il collo e la testa fuori dall’allineamento con la colonna vertebrale.

Inoltre, questa posizione porta a comprimere la gabbia toracica ed a rendere più difficoltoso il sonno (soprattutto per chi dorme su di un materasso in memory foam).

Tuttavia, se questa è la tua posizione del sonno preferita allora potresti in effetti non aver bisogno del cuscino, oppure solo di un cuscino sottile.

In questo caso, dormire senza cuscino (o con uno sottile) mantiene la testa a contatto con la superficie del materasso ed allineata con la colonna vertebrale.

Con o senza cuscino sotto la testa, se dormi a pancia in giù potresti anche beneficiare di un cuscino sottile posto a livello del bacino per aiutare la colonna vertebrale a restare allineata.

Disponibilità e prezzo aggiornati al: 2019-08-18 at 11:07

Potresti essere interessato a:
Cuscini

Il cuscino per la meditazione: quale scegliere

Cuscini

Cuscino ortopedico per seduta: quale scegliere

Cuscini

Come scegliere un cuscino lombare

Cuscini

I cuscini letto e guanciali

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.