I migliori cuscini per la cervicale: come sceglierli e come utilizzarli

Un normale cuscino non sempre garantisce al collo il tipo di sostegno necessario a farci tenerne la naturale curva della spina dorsale.
Il cuscino per cervicale serve appunto a farci mantenere una corretta postura quando dormiamo.
Cuscino per cervicale
I cuscini per cervicale sono un’ottima soluzione per migliorare non solo in sonno, ma anche i dolori al collo

La cervicalgia

La cervicalgia (detta comunemente la “cervicale”) indica un generico dolore al collo.

Oggigiorno sempre più persone soffrono di cervicalgie, e sempre più causate da delle infiammazioni delle terminazioni nervose nella zona che si trova subito sotto il cranio.

Si stima che il dolore cervicale colpisca il dieci percento della popolazione. (1)

I dolori cervicali spesso sono una spiacevole conseguenza della vita più sedentaria che tutti, chi più chi meno, tendiamo a condurre.

Le lunghe ore davanti al computer, i frequenti spostamenti in macchina per recarci al lavoro, una errata postura durante le ore di riposo e ecco che – all’improvviso – inizia a farsi sentire tutta una serie di sintomi che comunemente definiamo come la ‘cervicale’.

E’ bene però mettere subito in evidenza che la cervicale in sé non è una patologia, ma è piuttosto “un sintomo di patologie che interessano le vertebre e i dischi vertebrali o i muscoli a tale livello“, come scrive la dott.ssa Lara Castagnetti di Humanitas Salute. (1)

In questi casi sono utili anche determinati tipi di guanciali, i cosiddetti cuscini per la cervicale.

I cuscini per la cervicale

Il cuscino per cervicale (o cuscino cervicale, o guanciale cuscino cervicale, o cuscino ortocervicale) non è altro che un guanciale appositamente progettato per farci tenere quando dormiamo una corretta postura, in modo da contribuire allo scioglimento delle contratture muscolari.

Questo cuscino ha una conformazione particolare, a forma di onda, con delle estremità rialzate che permettono di mantenere una “giusta” posizione del collo durante la notte, ovvero di contribuire a farci mantenerne la naturale curva della spina dorsale.

Come si più vedere dalle immagini, è davvero semplice il modo con cui svolge questa sua azione.

Se anche voi avete questo tipo di problemi, e se pensate di acquistare un cuscino per cervicale, vi consigliamo di dare un’occhiata a questa breve guida, e poi di scegliere in tutta tranquillità il modello di guanciale e la tipologia che meglio si adatta alle vostre esigenze e alle vostre abitudini.

In che modo contrastano la cervicale

Quando siamo a letto, noi appoggiamo la nostra testa nella parte concava al centro del cuscino per la cervicale, mentre il collo si distende su una delle due estremità, che sono chiaramente convesse.

In questo modo, le nostre tensioni muscolari si distendono un poco alla volta e, l’uso di un guanciale per la cervicale per in periodo di tempo prolungato (supportato anche da un qualche esercizio specifico), migliora in maniera sensibile la nostra condizione di cervicalgia.

I normali cuscini non invece offrono quel tipo di sostegno che è invece in grado di offrire un cucino per cervicale: alcuni modelli perché sono troppo sottili, altri perché troppo alti e non permettono alle spalle di poggiare nella maniera corretta sul materasso.

A parte ciò, quando per tutta la notte la testa si appoggia su un normale cuscino, il collo tende a piegarsi in avanti o lateralmente in una postura del tutto innaturale, facilitando l’insorgere di tensioni muscolari di conseguenti dolori al collo ed alla schiena.

Questo fatto si traduce in risvegli poco gradevoli, ed in giornate difficoltose.

Tutto ciò si verifica perché la zona delle vertebre cervicali è piena di terminazioni nervose che durante la giornata vengono sottoposte ad un costante sforzo, soprattutto quando, durante le ore di lavoro si assumono delle posizioni scorrette ed il collo è costretto a compensarle.

Se poi anche nelle ore dedicate al riposo, il collo non riesce a rilassarsi dalle tensioni della giornata, (sono molte le persone che inconsapevolmente scaricano anche lo stress nervoso sui muscoli del collo e della schiena) i fastidi possono aumentare fino a trasformarsi in irrigidimenti, in cefalee, in labirintiti e, addirittura anche in nausea.

Oltre che per le cervicalgie, hanno importanti effetti benefici anche per chi soffre di apnee notturne, e ciò perché una corretta posizione del collo aiuta la respirazione, e quindi favorisce anche l’ossigenazione dell’organismo, diminuendo conseguentemente anche l’insorgere di implicazioni cardiovascolari.

Dato che un cuscino cervicale aiuta decisamente ad alleviare questi disturbi, anche la qualità del sonno e del riposo migliorano notevolmente.

I cuscini cervicali per l’auto e per viaggio

I medici consigliano di cercare correggere la postura non solo quando si dorme, ma possibilmente anche da svegli.

I dolori cervicali causati dalle posture scorrette non vanno sottovalutati. Se trascurati a lungo possono portare a delle conseguenze particolarmente negative per la qualità della vita, intesa in termini di mobilità ed autosufficienza.

Ecco perché in commercio ci sono alcuni modelli che possono essere utilizzati anche di giorno quando si sta seduti per lungo tempo, o come in occasione di un volo intercontinentale o di un viaggio in auto, o magari più semplicemente quando si sta davanti alla televisione.

Una selezione dei migliori cuscini per la cervicale

Ora analizziamo – mettendoli a confronto  – alcuni modelli di cuscini per cervicale che ci paiono essere tra i più interessanti in termini di prezzo/qualità.

Si tratta di cuscini per cervicale che abbiamo selezionato dopo aver visionato decine e decine dei modelli attualmente in commercio.

** Cuscino Memory Cervical di Memory Premium

Cuscino 1GUALATNATOND di Marcapiuma

Il cuscino Memory Cervical (dimensioni 40 x 70 x 11,5 cm) è composto per il 100% da una schiuma di poliuretano che da un sostegno ottimale alla parte alta della schiena distribuendo in modo uniforme il peso poggiato sopra.

Garantisce un sonno rigenerante perché, sia la sua sagomatura, sia la sua capacità di adattarsi alle forme del corpo, sia la sua bassa sensibilità alle variazioni climatiche, tengono il nostro collo nella posizione anatomica corretta, evitando fastidiose contratture.

E’ ecologico e indeformabile. E’ traspirante, antiacaro, antimuffa ed antibatterico: queste sono le principali caratteristiche del Memory Cervical.

Viene venduto con una federa in puro cotone con una comoda chiusura lampo utile per la sua rimozione per il lavaggio.

Il guanciale in lattice a doppia onda è realizzato al 100% da schiuma di poliuretano a lenta memoria in modo da fornire il massimo del comfort durante il sonno e favorire un riposo salutare e rigenerante.

Grazie alla sua particolare struttura alveolata ha una grande traspirabilità, il che si traduce in una maggiore circolazione dell’aria che conseguentemente determina l’evaporazione dell’umidità prodotta dal sudore e dal contatto con la pelle.

Le sue due onde hanno delle altezze diverse – di 8 e di 10 centimetri – in modo da garantirci una postura adeguata.

Questo cuscino è dotato di una federa in cotone sfoderabile e lavabile trattata in aloe vera, ovvero mediante l’applicazione sul tessuto di milioni di minuscole microcapsule contenenti l’essenza dell’aloe vera, trasformando in tal modo il guanciale in un “trattamento” di vero benessere.

Infatti, a contatto con la pelle, le microcapsule si aprono rilasciando le sostanze benefiche in esse contenute che quali vengono assorbite dal nostro corpo ed andando ad influenzare positivamente alcune funzioni importanti come il sonno, il risveglio, l’attenzione.

** Cuscino Cilindrico Trombolino di Vetrina del Benessere

Cuscino 1GUALATNATOND di Marcapiuma

Tombolino è un cuscino per cervicale cilindrico, con l’imbottitura in pula di farro.

E’ un prodotto “poliedrico”, che ha molti utilizzi. Può essere utilizzato durante i viaggi, come pure come un supporto per la nuca davanti alla tv, per la lettura, e come antistress.

E’ rivestito da una fodera in cotone beige 100% (non sfoderabile), ed è imbottito con circa 500 grammi di pula di farro, uno dei materiali da più tempo utilizzati per i materassi ed i guanciali.

E’ completamente naturale ed ha numerose proprietà benefiche per l’organismo:

  • da sollievo nei casi di mal di schiena, di dolori muscolari e di reumatismi;
  • attenua i disturbi del sonno;
  • rafforza le difese immunitarie del nostro organismo;
  • mantiene una temperatura costante,
  • essendo altamente traspirante, fa diminuire la nostra sudorazione durante le calde serate estive.
  • Quest’ultima sua caratteristica è particolarmente utile se si desiderano sfruttare gli effetti benefici di caldo e del freddo, dato che la pula mantiene la temperatura desiderata per molto tempo, in modo che il caldo o il freddo producano gli effetti voluti,
    • sia nel caso in cui si desideri raffreddare il guanciale,
    • sia che si voglia scaldarlo per distendere la tensione muscolare.

Il Cuscino Cilindrico Trombolino ha, ad una delle sue estremità, una pratica maniglia in tessuto per facilitarne il trasporto e per poterci aiutare per il suo corretto posizionamento.

** Cuscino 1GUALATNATOND della Marcapiuma

Cuscino 1GUALATNATOND di Marcapiuma

Si tratta di un cuscino per la cervicale con la classica forma a doppia onda, quindi con tre zone di spessore separato (11, 8, 9 cm).

La sua imbottitura è realizzata in lattice naturale, ed è forata nella parte superiore per una migliore traspirazione.

Secondo quanto dichiara il produttore Marcapiuma, questo materiale è antiacaro, anallergico, antibatterico ed antimuffa.

Questa imbottitura – che non va lavata secondo le indicazioni di Marcapiuma – è protetta da una federa esterna estraibile grazie ad una cerniera e lavabile. La federa è realizzata in cotone elasticizzato.

Il cuscino viene spedito in una confezione di cartone, arrotolato e sottovuoto, per la facilità di trasporto e per l’igiene. E’ fatto in Italia, ed è certificato Oeko-Tex

** Cuscino cus001000-2 della Venixsoft

Cuscino cus001000-2 di Venixsoft

Chiudiamo la nostra rassegna dei migliori cuscini per cervicale con un altro cuscino a doppia onda, una conformazione che, come ben avrete capito è quella prevalente in questo tipo di prodotti.

Il cuscino cus001000-2 di Venixsoft è classificato come «dispositivo medici di classe I»: quindi, ricorrendone le condizioni, è anche deducibile fiscalmente.

Si tratta di un cuscino di in schiuma viscoelastica “Casanova”, una “formula proprietaria” relativa ad una schiuma con memoria di forma (memory foam).

Contiene dell’Health Protection, un additivo capace di rimuovere e prevenire la proliferazione di acari, di batteri, di muffe e di funghi.

La sua federa è in cotone 100% puro, ed è rimovibile grazie ad una cerniera laterale, ed è quindi lavabile.

Come utilizzare correttamente i cuscini cervicale

Abbiamo già detto che esistono diversi tipi di cuscini cervicali, sia per forma che per materiali.

La scelta sul cuscino più adatto ad ognuno di noi deve però basarsi, oltre che sui materiali, anche sulle abitudini che si hanno quando si dorme, in modo da ottenere il massimo dei benefici dal cuscino.

1- chi dorme a pancia in su (in posizione supina),

Chi dorme a pancia in su ed utilizza, per esempio, un cuscino per cervicale tradizionale, deve appoggiare la testa all’interno della sua parte concava ed il collo sulla sua parte rialzata, mentre le spalle devono poggiare sul letto.

Assumendo questa posizione, il sollievo sarà praticamente immediato e un poco alla volta si potranno sentire allentarsi le tensioni nei muscoli di collo, spalle e schiena, come se si fosse sottoposti ad una trazione meccanica che ci allunghi e che ci distenda.

2- chi dorme sul fianco (in posizione fetale)

Chi preferisce la posizione sdraiata sul fianco, o fetale, deve collocare la testa sul cuscino per la cervicale allo stesso modo di chi dorme in posizione supina, con il capo poggiato nella parte concava.

L’allineamento delle vertebre ed il rilassamento muscolare sono garantiti.

3- chi dorme a pancia in giù (in posizione prona)

Per chi dorme in posizione prona, chiamata anche a caduta libera, il discorso é diverso.

Il cuscino cervicale non può essere utilizzato dormendo a pancia in giù. Quindi – in questo caso – il consiglio è di eliminare del tutto il cuscino, o di assumere un poco alla volta la posizione fetale.

Qual é il cuscino é più adatto per ciascuno di noi

Alcune altre caratteristiche di cui tener conto, sono la forma e la composizione interna del cuscino.

1- la sua forma

Per quanto riguarda la forma del cuscino, bisogna innanzi tutto tener conto del tipo di utilizzo che ne andremo a fare. Abbiamo già detto che,

  • per quando si viaggia è adatto uno con la forma a C,
  • mentre per il riposo notturno è meglio optare per uno con la forma ad onda.

2- la sua altezza

Anche l’altezza del cuscino va ben calibrata sulla base della di chi lo deve utilizzare: non tutti abbiamo la stessa apertura i spalle ed esistono colli più o meno affusolati, e queste differenze vanno tenute in considerazione.

3- I materiali con cui è imbottito

Il materiale con cui è imbottito può essere scelto sulla base alle preferenze di ognuno e alla sua composizione.

  1. Il lattice, viene scelto dai più perché ipoallergenico e traspirante.
    • Di origine naturale, è un materiale elastico, una caratteristica questa che gli permette di dare il giusto sostegno al collo.
  2. La schiuma in poliuretano ha la piacevole caratteristica di esercitare un delicato massaggio su chi lo utilizza.
    • Termo-regolante (mantiene la temperatura costante), si adatta alle forme del corpo sostenendole.
    • Conosciuta anche come memory foam, la sua caratteristica principale è quella di adattarsi al corpo “memorizzando” la sua forma, e quindi accogliendolo e modellandosi alle sue forme.
  3. La pula di farro, è quella la sostanza che avvolge il chicco del farro.
    • E’ 100% naturale.
    • La sceglie chi, oltre che per la schiena ha delle necessità particolari legate alle allergie.
    • La pula di farro viene usata anche per i materassi, ed è famosa per le sue proprietà ipoallergeniche e per la sua capacità di ostacolare la formazione di acari.
    • La pula di farro inoltre impedisce la sudorazione mantenendo sempre il cuscino fresco, caratteristica interessante soprattutto nelle calde serate estive.

E importante tener presente che – se di buona qualità – un guanciale per la cervicale può durare a lungo nel tempo, senza la necessità di essere cambiato.

Come per qualsiasi altro cuscino, l’unica accortezza é di lavare periodicamente la fodera che lo ricopre per evidenti questioni d’igiene.

Disponibilità e prezzo aggiornati al: 2019-06-24 at 14:03

Hai appena letto: Torna alla pagina principale