Reti a doghe per materassi, come sceglierle

Esistono diversi tipi di reti da letto tra cui poter scegliere.
Vediamo quali.

Le reti per materassi

Per poggiare un materasso sopra un valido supporto, ci sono diverse ragioni per cui la scelta della rete sottostante dev’essere fatta con molta cura.

Infatti, il grado di supporto ed il grado di rigidità che un qualsiasi materasso ci offre, dipendono evidentemente dalle sue qualità intrinseche, ma in larga misura dipendono anche dalla rete su cui viene appoggiato.
rete a doghe in legno
Ciò perché rete e materasso interagiscono tra di loro e sono complementari nel sostenere il corpo, in particolare la nostra colonna vertebrale.

Per questa ragione, il materasso ed il suoi supporto andrebbero sempre opportunamente abbinati.

Esistono diversi tipi di reti da letto che (sostanzialmente) si possono suddividere in reti,

  1. a molle con maglie metalliche,
  2. con doghe di legno con una base in metallo, oppure con una base anche in legno.

La rete a molle metalliche

Quella a molle metalliche in ferro è la rete tradizionale che produce(va) rumori e scatti. Oggi viene fatta in acciaio e non più in ferro.

Le reti a doghe in legno: i vari tipi

Le reti a doghe in legno (quelle appoggiate su di una base di metallo, oppure su di una base di legno) sono caratterizzate,

  • dalla flessibilità e dalla silenziosità;
  • dalla resistenza e dalla durata nel tempo;
  • dal fatto che non subiscono influenze elettromagnetiche.

Oggi tendono a sostituire le reti tradizionali metalliche.

1- a doghe larghe

Una rete fatta con delle doghe larghe (larghe almeno 7 cm, e distanziate tra loro meno di 8 cm) costituisce il supporto più adatto,

  • per i materassi costruiti con le molle tradizionali,
  • e per quelli con molle indipendenti insacchettate (le quali molle sono racchiuse in un sacchetto e reagiscono alle sollecitazioni del peso in modo indipendente),
  • in quanto si adattano ai singoli singoli punti di pressione su cui vengono sottoposte.

2- a doghe ravvicinate

I materassi in lattice e quelli  in memory foam andrebbero opportunamente appoggiati su di una rete a doghe ravvicinate (in genere 4 cm), le quali sono in grado di armonizzare meglio le sollecitazioni prodotte dal corpo sul materasso.

La rete fatta con delle doghe di legno di qualità (il si deforma meno) rappresenta la scelta che

  • più si adatta per i materassi in memory foam.

3- a doghe fisse, oppure reclinabili

Le reti a doghe possono essere,

  • fisse,
  • oppure reclinabili sia manualmente che mediante un telecomando elettrico.

La scelta dipende esclusivamente dalle proprie esigenze, con la sola avvertenza che quelle reclinabili non si adattano bene col classico materasso a molle in quanto, reclinando anche il sovrastante materasso, potrebbero compromettere le sue caratteristiche ergonomiche.

4- a doghe ammortizzate, oppure non ammortizzate

Esistono sia delle reti,

  • con doghe non ammortizzate la cui elasticità è data solo dalla doga,
  • e delle reti a doghe ammortizzate, che hanno alle loro estremità degli ammortizzatori dei movimenti del materasso e quindi anche dei tuoi movimenti.

Possono avere,

  • la rigidità fissa,
  • oppure una rigidità regolabile: la possibilità di regolare la rigidità per adattarla al tipo di materasso ed alla corporatura di chi lo utilizzerà è un aspetto che non molti considerano, ma anche è importante.

Le reti ed i materassi

materassi sottili

Nel caso dei materassi con uno spessore sottile, la rete risulta maggiormente sollecitata, e pertanto dovrebbe essere più rigida (ma anche essere molto flessibile).

materassi spessi

Neppure la rete migliore è molto utile quando il materasso sovrastante ha uno spessore eccessivo, in grado di annullare le sue (della rete) qualità.

Hai appena letto: Torna alla pagina principale