Disordini del sonno

I tappi per dormire, sono utili in presenza di rumori molesti

Un vicino di casa rumoroso, un bambino che urla, un cane che abbaia, il tuo partner che russa: da qualsiasi parte arrivi il rumore i tappi per dormire sono un'ottima soluzione per un sonno ristoratore.
Seguimi e saprai come utilizzali in relazione alle tue condizioni personali.

La necessità di dormire

Dormire è una necessità primaria proprio come il bere ed il mangiare.

A volte però, per cause che poco o tanto non dipendono da noi potremmo essere costretti a dormine anche quando ci sono dei rumori.

E dormire coi rumori non ci fa certamente bene: anche se riusciamo a prendere sonno, questo non ci ristorerà al pari di quello che potremmo avere dormendo in un ambiente tranquillo.

Purtroppo, dormire in presenza di rumori capita più di frequente di quanto non si pensi: non ti è mai capitato di dormire in camere d’albergo non sufficientemente isolate acusticamente ? in aereo? con una persona che russa?

Per poter dormire a sufficienza, sono molte e varie le circostanze in cui è opportuno / é necessario fare ricorso ad accorgimenti tecnici (di varia natura) che ci aiutino a eliminare l’inquinamento acustico.

Oggi la soluzione la più semplice e la più economica per poter dormire bene anche quando c’è rumore é anche quella che solitamente funziona di più: i tappi per le orecchie.

I rumori notturni molesti

Tutti i problemi legati ai rumori notturni non sono da sottovalutare in ragione delle ripercussioni che hanno sulla nostra salute.

Se sono molesti, i rumori rischiano infatti di compromettere il riposo e la tranquillità di ognuno di noi con inevitabili ripercussioni anche sul nostro benessere.

In Italia, la normativa che regola i livelli dei rumori è molto complessa, è di difficile applicazione sopratutto in sede penale, per cui spesso è meglio pensare ad opportuni accorgimenti.

Molte sono le persone che piuttosto che rovinarsi il fegato con azioni di cui non si sa quale sarà l’esito finale, preferiscono coricarsi con la protezione,

  • di una  mascherina per dormire nel caso di disturbi luminosi,
  • di tappi per dormire in caso di rumori.

Tappi per dormire: quali scegliere

Come appena anticipato, uno dei migliori rimedi contro i rumori notturni sono i tappi per dormire. A questo riguardo, penso di fare una cosa utile,

  • per prima cosa nel sottoporre alla tua attenzione alcuni dei tappi per dormire che attualmente sono reperibili anche online,
  • per poi andare ad analizzare quali sono i principali parametri da prendere in considerazione per scegliere quelli che fanno maggiormente al caso di ogni di noi.

In commercio é possibile trovare una grande varietà di tappi per dormire, e per questo motivo la scelta non dovrà essere “automatica”. Occorre quindi sceglierli tenendo conto di una serie di fattori. Fattori di cui ora parleremo.

la forma e dimensioni delle tue orecchie / il volume dei tappi

Per prima cosa devi tener conto della profondità del canale delle tue orecchie e della larghezza del loro foro di apertura.

Si tratta di dati – importanti – che però all’atto pratico non sono sempre utili.

La ragione è molto semplice: anche se sulle loro confezioni fossero indicate le misure per cui sono adatti (e non sempre queste misure ci sono), il solo modo per sapere se effettivamente ti potranno calzare bene è di provarli.

Ma è difficile se non impossibile provarli prima di acquistarli, e trovare la misura giusta diventa una sfida.

Per questa ragione, la cosa migliore è di controllare la misura del volume dei tappi che viene indicata sulla loro confezione d’acquisto.

A questo riguardo, tieni presente che i tappi per dormire sono fatti con dei materiali che si deformano per potersi meglio adattare alla forma in cui vengono costretti.

lo stato delle tue orecchie / il cerume

Per essere sicuro che i tappi non ti causino delle reazioni – per esempio nel caso tu fossi allergico al lattice –  devi fare alla qualità dei materiali con cui sono fatti.

Se fossi allergico al lattice, ti consiglio di optare per dei tappi in silicone o in gomma.

Devi considerare anche il volume del cerume che le tue orecchie tendono normalmente a produrre. Se tendono a produrre molto cerume, ti sconsiglio vivamente i tappi riutilizzabili.

In questo caso sono meglio quelli usa e getta: é ben vero che ti costeranno di più, ma solamente in questo modo potrai stare tranquillo quanto ad igiene.

Le varie possibili opzioni d’acquisto

La cosa migliore per scegliere i tappi adatti, è – la prima volta – di comprarne di diversi tipi così da poter fare dei paragoni effettivi, praticamente.

E’ vero che é più dispendioso, ma dobbiamo essere concreti: il dormire bene non ha prezzo.

Alcune marche non si limitano a vendere delle scatoline contenenti solo un paio di tappi e basta, ma li vendono a coppie di 50 e persino di 100 tappi: in tal caso puoi fare un acquisto solo, e poi dividerli con un amico o col tuo partner.

Tieni anche conto che se viaggi spesso per lavoro o per piacere, è meglio che te ne porti dietro diverse paia, perché si tratta di oggetti piccoli che è facile perdere.

I rischi legati all’utilizzo di tappi per dormire

Sicuramente ti sarai posto la domanda se può essere dannoso mettere tappi nelle orecchie.

E’ una domanda che si pongono in tanti perché sentono dire che molti non li utilizzano per il timore di danni.

A questa domanda è facile rispondere: fino a quando li si usa in maniera corretta, non c’è nulla da temere.

Ad ogni buon conto però, è meglio esaminare in modo dettagliato quali potrebbero essere gli eventuali rischi od inconvenienti legati al loro utilizzo. Vediamoli.

1) Dal punto di vista pratico,

  • mettere i tappi per dormire significa avere come obiettivo quello di annullare o ridurre i rumori esterni.
  • Per cui uno dei rischi di usare tappi, potrebbe essere quello non sentire la sveglia quando suona o, peggio ancora, quello di non sentire eventuali allarmi.

2) Dal punto di vista medico,

  • i rischi attengono principalmente al naturale flusso del cerume.
  • Il solo pensare al cerume è fastidioso, anche se il cerume dell’orecchio interno deriva da un processo biologico del tutto naturale, che “regola” alcuni agenti estranei come i batteri e la sporcizia e che normalizza anche la pressione dell’orecchio.
  • Quindi il fatto di inserire dei tappi nel condotto uditivo vuol dire anche ostacolare il normale circolo del cerume, che in questo modo potrebbe anche venire bloccato.
  • Un uso improprio dei tappi potrebbe destabilizzare il normale ciclo del cerume: potrebbe non formarsene abbastanza nella sezione più esterna dell’orecchio, ma più in profondità e ciò potrebbe anche creare una sorta di tappo.

Alcuni dei problemi che si possono avere con un uso improprio dei tappi per dormire possono essere,

  • delle infezioni, a causa dell’impiego o del riutilizzo di tappi sporchi dove si sono formati dei batteri;
  • delle variazioni di pressione con un conseguente dolore quando li si tolgono dalle orecchie bruscamente;
  • degli accumuli di cerume in zone profonde dell’orecchio, che potrebbero causare dolore e “difetti” acustici.

Come ridurre possibili i rischi associati all’uso improprio di tappi per dormire

La prima cosa da tenere presente è che – se utilizzati correttamente – coi tappi non si corrono rischi particolari.

Se hai dei dubbi sul come infilarli, è possibile che tu possa risolverli leggendo le istruzioni che trovi nella custodia dei tappi che hai comprato.

Se hai inserito i tappi correttamente e se ti senti comodo, il rischio che ti succeda qualcosa di negativo è ridotto al minimo.

alcuni suggerimenti

Se ti è possibile NON dovresti usare i tappi tutte le notti, ma solo ogni tanto quando ne hai veramente bisogno.

Mettiti tappi che siano ben puliti perché la sporcizia e la polvere possono portare rischi di infezioni.

Se per qualche motivo non puoi pulire i tappi ogni sera, allora è meglio che utilizzi quelli usa e getta e sarai più sicuro.

Non modificare forma dei tappi con le forbici o altri oggetti appuntiti, ma limitati eventualmente a modellarli con le dita e ad arrotolarli per farli meglio entrare nel cavo dell’orecchio.

Se userai in questo modo i tappi per dormire, non avrai nulla di cui preoccuparti. Anche i medici ne sono concordi.

Altri rimedi per essere in condizione di poter dormire bene

Se hai delle difficoltà a dormire bene, potrebbe servirti ricorrere a qualche altra modalità per ridurre la percezione dei rumori esterni.

Oltre i tappi per le orecchie, ci sono altri rimedi / accorgimenti che possono aiutarti ad avere un sonno ristoratore:

  1. Gli integratori a base di melatonina possono costituire un buon ausilio per ridurre il tempo necessario per addormentarsi, e per avere un sonno profondo malgrado i rumori disturbanti.
  2. I generatori di rumore bianco, i quali possono diminuire quasi totalmente tutti i suoni che percepiamo che ci circondano.
  3. Le mascherine per dormire, un accessorio utile per chi desidera un sonno rilassato anche mentre è in viaggio.
  4. Altri accorgimenti per dormire. Pur non avendo incidenza sui rumori che arrivano dall’esterno, possono giovare ad un risposo ristoratore anche,
    • l’impiego buon materasso comodo, in grado di offrire un buon supporto e di ridurre i movimenti nel sonno, come un materasso in memory foam,
    • il fatto di spegnere mezz’ora prima di andare a letto i cellulari ed gli altri dispositivi elettronici,
    • l’abbassare la temperatura della camera da letto.
        
    
      

immagine in copertina: flickr/  john hayato  Creative Commons (BY-NC-ND)

Potresti essere interessato a:
Disordini del sonno

Insonnia cronica: suoi effetti sul cervello, e 15 modi per contrastarla

Disordini del sonno

Come smettere di pensare quando si va a letto

Disordini del sonno

La luce e il sonno: come la luminosità incide sul nostro sonno

Disordini del sonno

9 falsi miti da sfatare sul sonno