Materassi

I materassi matrimoniali, come e quali scegliere

Con l'espressione «materasso matrimoniale» ci si riferisce a quello a due piazze.
Sia per quanto attiene ai materiali con cui sono fatti, sia per quanto attiene alle loro dimensioni la scelta è piuttosto ampia e diversificata.

Il materasso matrimoniale

Con l’espressione «materasso matrimoniale» ci si riferisce ad un materasso a due piazze: si usa parlare infatti di materassi matrimoniali piuttosto che di materassi a due piazze.

Le misure dei materassi matrimoniali variano (sopratutto) da paese e paese, non essendoci al riguardo degli standard nazionali od internazionali. L e misure possono variare anche in dipendenza di particolari esigenze o preferenze personali.

Solitamente in Italia i materassi matrimoniali,

  • sono larghi 160 cm,
  • e sono lunghi 190 cm, oppure  200 cm.

Per una più ampia carrellata sulle misure dei materassi matrimoniali in Italia come in altri paesi potete leggere qui.

Spesso i matrimoniali vengono utilizzati anche come letto per una singola persona (sopratutto, perché permettono di avere un maggior confort del letto singolo).

A questo proposito va anche detto che esistono anche dei materassi,

  • ad una piazza e mezza, larghi 120 cm,
  • alla francese, la cui larghezza è di 140 cm,
  • tuttavia quelli matrimoniali “standard” larghi 160 cm, si abbinano ad una più vasta scelta di coperte e di lenzuola, più facilmente reperibili rispetto a quelle per materassi a una piazza e mezza, o materassi alla francese.

4 materassi matrimoniali a confronto

Qui di seguito a titolo informativo illustriamo in sintesi le caratteristiche di 4 modelli di materassi matrimoniali, rappresentativi delle varie categorie ed anche con differenti soluzioni tecniche.

Si tratta di materassi prodotti da note aziende italiane, nel settore da molti anni. Come abbiamo scritto più volte, un marchio di fiducia, è il primo importante passo nella scelta di un materasso.

MODELLO FOTO PRODUTTORE DESCRIZIONE ACQUISTA
Materasso Plasmatic Med 3 D Mentor Materassi
  • Materasso in memory foam di media densità (30-50 kg/m3),
  • spesso cm 26 c.a. (spessore strato in memory: 10cm c.a.),
  • dotato di 4 maniglie laterali per il sollevamento e il ribaltamento del materasso;
  • sfoderabile su tutti e quattro i lati;
  • imbottitura anallergica naturale, in pura lana merinos nel lato invernale, in cotone nel lato estivo.
  • Certificato Oeko Tex Standard 100 classe 1.
  • Garanzia del produttore: 10 anni.
Su Amazon
Materasso Onda   Materassimemory.eu
  • Dimensioni disponibili: da 80X190 cm a 180×200 cm;
  • grado di rigidità: medio/rigido;
  • densità dello strato in memory foam (5cm): 50 kg/m3;
  • certificazione: Oeko Tex Standard 100 classe 1 (adatta anche per neonati)
Su Amazon
Materasso Plus Top Fresh    Baldiflex
  • Rigidità: media;
  • spessore complessivo del materasso: 25 cm;
  • garanzia 10 anni;
  • misure: da 80×190 a 180×200;
Su Amazon
Materasso La rosa dei venti Materassimemory.eu
  • Spessore della lastra interna in memory: 5 cm c.a.;
  • spessore complessivo del materasso: 25 cm c.a.;
  • adatto a persone con peso uguale o inferiore ai 100kg;
  • dimensioni: da -80X190 cm; a 180×200 cm;
  • certificazione Oeko Tex Standard 100 classe 1;
  • garanzia del produttore: 10 anni;
Su Amazon

Tipi di materassi matrimoniali tra cui poter scegliere

In ordine d’importanza, elenchiamo in una scaletta gli elementi da valutare prima di acquistare un materasso.

Quanto ai tipi di utilizzi, ed alle conseguenti dimensioni del materasso da acquistare, è possibile optare per,

  1. un materasso singolo matrimoniale,
  2. uno ad una piazza e mezza, uno alla francese oppure ad uno su misura.

Quanto invece alla tipologia dei materassi, come si può vedere dall’elenco, la scelta è piuttosto ampia e diversificata.

    1. Materassi a molle. Nei materassi a molle, il supporto viene fornito da delle spirali (o bobine) che sviluppano una resistenza verticale verso l’alto.
      • Un materasso a molle matrimoniale ha mediamente 800 molle.
      • Maggiore è il numero delle molle, maggiore – a parità di altri elementi – è la qualità del materasso.
    2. Materassi in lattice. Tra le principali qualità del lattice c’è la sua elasticità che da al corpo un sostegno proporzionale alla pressione che esercita e dunque al diverso peso di ogni segmento corporeo.
    3. Materassi in memory foam. Il materiale con cui é fatto il materasso memory foam è sensibile alla temperatura, e diventa perciò più morbido (meno viscoso) col calore del corpo.
    4. Materassi gonfiabili. La loro portabilità ed i prezzi sensibilmente inferiori a quelli tradizionali, li rendono ideali per il campeggio, per i letti per gli  ospiti, per le case di villeggiatura.
    5. Materassi in poliuretano. (o waterfoam). Il poliuretano ha la tendenza a schiacciarsi sotto il peso del corpo, e questa sua capacità di avvolgimento lascia una piacevole sensazione.
      • Non ha invece le stesse qualità che hanno i materassi in memory foam ed in latttice per quanto riguarda il rilascio della pressione.
    6. Materassi ad acqua. Per supportare il corpo questi materassi sono fatti con una o con più camere stagne piene d’acqua.
    7. Materassi su misura. Se avete un letto a forma rotonda, o se circa il materasso che vorreste acquistare aveste una necessità non comune od un’idea particolare, non vi resta che affidarvi ad un produttore per avere un materasso su misura.
    8. Materassi specifici. Si tratta principalmente dei cosiddetti materassi antidecubito.

Le caratteristiche del materasso che possano adattarsi alle vostre personali esigenze vanno ricercate:

  • nella sua durezza,
  • nelle eventuali zone differenziate,
  • nei diversi strati e spessore dei materiali con cui sono fatti nel numero di molle,
  • nel tipo di imbottitura e di fodera.

Quanto alle altre caratteristiche del materasso che meglio rispondono alle vostre «secondarie» necessità, queste vanno ricercate,

  • nella trasportabilità del materasso,
  • nel suo peso peso,
  • nella presenza o meno di maniglie.

Poi va tenuto conto anche delle esigenze / preferenze legate a luoghi, tempi, logistica, produttori:

    1. preferite acquistarlo in un negozio, oppure online?
    2. il materasso vi serve subito, o potete attendere che vi sia recapitato a casa?, vi occupate voi di organizzare il trasporto?
    3. come preferite pagarlo?, quali condizioni di pagamento preferite?
      • solitamente il pagamento viene effettuato all’ordine, ma con alcuni fornitori è possibile pagarlo alla consegna;
    4. oltre a quelle di legge, il produttore offre qualche garanzia addizionale?
    5.  preferite un prodotto nazionale od uno d’importazione?
      • se vi rivolgete a produttori o rivenditori di materassi italiani noti, aumentano le probabilità che facciate un buon affare o che non abbiate brutte sorprese;
      • in Italia abbiamo un buona tradizione di produzione di materassi e quindi, il fatto di acquistare materassi italiani dovrebbe già essere una discreta garanzia di qualità.
      • Anche i marchi dei materassi sopra illustrati sono fatti da aziende che hanno una buona reputazione.

Quando va cambiato un materasso matrimoniale

Uno dei problemi che si presentano con i materassi matrimoniali che vengono utilizzati congiuntamente da due persone, è la difficoltà di decidere su quando li si debbano cambiare.

Indipendentemente da chi li utilizza – coppia o singolo – un materasso andrebbe sostituito in presenza di una o più delle seguenti situazioni:

  1. Ci si accorge di non dormire più bene, ci si sveglia più volte nel sonno, ci si sveglia in posizioni strane, al risveglio si avverte mal di collo/di schiena per i primi 20-30 minuti dopo alzati dal letto.
    • Non tutte queste condizioni vanno necessariamente imputabili al materasso, ma spesso il materasso ed il cuscino ne sono la causa.
    • Se i problemi sono particolarmente accentuati, sta alla nostra sensibilità individuarne la causa, magari con l’aiuto di un medico.
  2. Il materasso ha più di 5-15 anni.
    • La durata di un materasso è variabile, e dipende spesso dalla qualità dello stesso.
    • Ai due estremi troviamo, i materassi a molle tradizionali di bassa qualità, che potrebbero necessitare di venir sostituiti già dopo 5 anni,
    • dall’altro, i materassi in lattice naturale che durano anche 10-15 anni senza mostrare decadimenti delle loro proprietà.
  3. Il materasso è visibilmente macchiato o rovinato da agenti esterni.
  4. La tipologia di materasso non è adatta a quel tipo di letto, od alla rete utilizzata: in alternativa, va cambiata la rete o il letto).

materasso matrimoniale, utilizzato da coppie di persone

Può porsi il problema di sostituire – non sostituire – il materasso quando è utilizzato da una coppia, ed uno delle due persone non si trova bene, mentre l’altra non avverte alcun problema.

Spesso questo probelma viene superato pensando che se ad uno dei due il materasso non crea problemi, allora la colpa non è del materasso.

Ciò potrebbe, negli anni, portare a risultati estremamente negativi nella coppia.

Occorre rendersi conto non esiste un materasso ideale per tutti, e che è possibile che uno stesso materasso sia confortevole per una persona e «dannoso» per l’altra.

Queste situazioni si presentano soprattutto nei casi di coppie in cui la differenza di corporatura tra i due è molto marcata.

Perciò, se una persona soffre causa del materasso, è opportuno che spieghi all’altra e la convinca della necessità di cambiare:

  • acquistando un nuovo materasso matrimoniale.
    1. Nella maggior parte dei casi è possibile trovare un materasso matrimoniale che vada bene ad entrambi.
    2. Cercate di capire bene quali sono le vostre necessità in termini di comfort, supporto, rigidità.
    3. Osservate quali posizioni assumete durante il sonno.
    4. Fate il punto della situazione riguardo ai disturbi fisici, anche lievi, di cui soffrite.
    5. Chiedete al vostro partner di fare lo stesso.
    6. Partendo da questi dati oggettivi, potete discutere e cercare di trovare, a tavolino, le caratteristiche che deve avere il nuovo materasso rispetto a quello che già possedete.
  • sostituiendo un materasso matrimoniale con due materassi singoli.
    1. In alcuni casi particolari, come quelli in cui le persone che condividono lo stesso letto hanno delle corporature molto diverse, può essere necessario optare per una soluzione che preveda due materassi singoli (tenuti vicini da un unisci materassi, che potete acquistare qui).
    2. Ovviamente, i due materassi dovranno avere uguali dimensioni, uguale altezza e, se possibile, dovranno essere dello stesso produttore.
    3. Economicamente questa soluzione è più dispendiosa dell’acquisto di un singolo materasso matrimoniale.
  • tenendo il materasso attuale ed acquistando due topper (materassi sottili) differenti.
    1. I topper sono dei materassi sottili che vengono posizionati sopra un materasso già esistente.
    2. In molti casi, rappresentano una buona alternativa all’acquisto di un materasso nuovo, a patto però che il materasso esistente non sia troppo rovinato, e non abbia già perso le sue caratteristiche strutturali di supporto.

Il costo dei materassi matrimoniali

Se siete alla ricerca di un materasso su cui dormire la maggior parte delle vostre notti, il prezzo non dovrebbe nella maggior parte dei casi condizionare la scelta (a patto che possiate permettervi di spendere qualche centinaio di euro senza dover fare un mutuo, naturalmente). E ciò per le seguenti ragioni.

  1. Molto spesso il costo di un materasso è direttamente proporzionale alla sua qualità.
    • A parità di optional, la qualità spesso dipende dalla qualità dei materiali con cui il materasso è fatto e delle colle utilizzate.
    • Se solo pensate che dovete passare un terzo delle vostre giornate distesi sopra questi materiali, probabilmente converrete che è importante che questi materiali siano di buona qualità e non nocivi alla salute.
  2. Un materasso dura parecchi anni, ed il suo costo andrebbe sempre valutato in quest’ottica.
    • Il costo viene “spalmato” sui 10 anni (in media) in cui lo utilizzate.
    • Per cui, 50 – 100, ma anche 200 euro in più, non sono poi cifre così importanti se rapportati ad otto ore al giorno, per 365 giorni, per 10 anni.

Il nostro consiglio è quindi di non cercare di risparmiare ad ogni costo sulla qualità dei materiali del materasso che volete acquistare.

Il sistema letto – le reti per i materassi

La scelta della rete su cui poggiare il materasso, richiede la stessa attenzione che si pone nella scelta del materasso.

Anzi, rete e materasso laddove possibile,dovrebbero essere scelti assieme.

Esistono diversi tipi di reti da letto:

  • reti a molle con maglie metalliche,
  • reti a doghe con base in legno,
  • reti a doghe con base in acciaio.

Le reti tradizionali a molle metalliche in acciaio oggi tendono ad essere sostituite dalle reti a doghe.

Il sistema letto – i cuscini per materassi

Allo stesso modo delle reti, anche i cuscini sono un componente estremamente importante del «sistema letto».

Ciò é intuitivo se si considera l’impatto che ha la posizione della testa sulla spina dorsale, e sull’allineamento di tutto il corpo.

Quando si cambia un materasso sarebbe opportuno cambiare anche il cuscino.

Non a caso, molti produttori di materassi includono cuscini in omaggio quando vendono un loro materasso.

Potresti essere interessato a:
Materassi

L'insonnia potrebbe avere essere legata alla genetica. I risultati di uno studio

Materassi

12 falsi miti da sfatare nella ricerca di un materasso

Materassi

Quanto dura un materasso; quando andrebbe sostituito

Materassi

I materassi a molle Bonnell: caratteristiche e guida alla scelta